Radio24 | Il Sole 24 ORE

Primarie. Il primo round va a Bersani di Daniele Biacchessi

Primarie. Il primo round va a Bersani.
di Daniele Biacchessi

Ci sono alcuni dati certi di queste primarie del centrosinistra.
In primis il boom dei votanti: quasi 4 milioni, un record.
Poi Pierluigi Bersani l’assoluto vincitore del primo turno.
E ancora la grande prova di Matteo Renzi che porta alle urne pezzi consistenti di elettorato di centro e centrodestra o addirittura di persone che non si recavano da anni alle urne.
E infine la sostanziale tenuta di Nichi Vendola che diventa il vero ago della bilancia del ballottaggio.
Pierluigi Bersani si impone complessivamente nelle regioni Emilia Romagna, Lombardia, Sardegna, Sicilia, Calabria, Basilicata, Campania, Lazio, Abruzzo, Molise, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige.
Matteo Renzi sfonda in Piemonte, Valle d’Aosta, Umbria, Toscana, con punte altissime a Firenze, Prato e Arezzo, a Treviso, Vicenza, Lecco, Trento città, Teramo, Ragusa.
Nelle Marche, a Modena, Forlì, Cesena, c’è un testa a testa tra Bersani e Renzi e in Puglia tra Bersani e Vendola.
Ora la sfida del 2 dicembre è tra Bersani e Renzi.
Sarà una battaglia vera, il cui esito non pare affatto scontato.
Primarie vere come mai si sono viste nella politica italiana.