Radio24 | Il Sole 24 ORE

Ustica- Fu un missile Daniele Biacchessi

Ustica- Fu un missile

Daniele Biacchessi

Ci sono voluti 31 anni per scrivere in una sentenza della repubblica italiana che l’aereo Dc9 Ih870 della compagnia Itavia, decollato da Bologna Borgo Panigale la sera del 27 giugno 1980 e mai giunto alla sua destinazione finale di Palermo Punta Raisi, venne abbattuto in volo da un missile sparato da un velivolo militare, mentre era in corso un atto di guerra nel Mar Tirreno.

31 anni sono tanti, soprattutto per i familiari delle 81 vittime che hanno chiesto e mai ottenuto una giustizia penale per la strage di Ustica.

Nelle motivazioni della sentenza con cui il Tribunale ha condannato i ministeri della Difesa e dei Trasporti al risarcimento dei familiari delle vittime c’è scritto un concetto chiaro: nessuna bomba venne piazzata a bordo del Dc9. Piuttosto fu abbattuto in una vera e propria azione di guerra che si svolse quella sera nei nostri cieli senza che nessuno degli enti controllori intervenisse.

E per di più sono evidenti responsabilità e complicità di soggetti deviati della nostra Aeronautica militare.

E allora perchè Carlo Giovanardi persegue su strade diverse?

Perchè lo fa nonostante anche Francesco Cossiga, prima di morire, aveva affermato che il Dc 9 dell’Itavia venne colpito da un missile sparato da un Mirage francese?

Condividi questo post